Perché sei esperti dell'HIV hanno appena dimesso dal Consiglio consultivo dell'AIDS per la Trump

Sidney Fussell 09/08/2017. 5 comments
Healthcare Trump Obamacare Trumpcare HIV/AIDS Science

Nel corso del weekend, sei membri del Consiglio consultivo presidenziale sull'HIV / AIDS (PACHA) hanno dato dimissioni in segno di protesta del disegno di legge americano sulla sanità, dicendo che Trump "non importa" le persone che vivono con l'HIV. Fondata nel 1995, PACHA consiglia il presidente e il segretario di salute e servizi umani sulle politiche sanitarie che combatteranno la diffusione dell'HIV e aiutano le persone che vivono con il virus. A differenza dei senatori Clinton e Sanders, Trump ha rifiutato di incontrarsi con i membri del consiglio durante la sua campagna, e ha abbattuto l' Ufficio del sito nazionale sulla politica aids dopo la sua inaugurazione.

"Che cosa è stato per me è stato il passaggio dell'AHCA", ha detto a Gizmodo, attraverso la Camera dei Rappresentanti, Scott Schoettes, un avvocato con LGBT non profit Lambda Legal e un ex membro del PACHA. Le dimissioni di Schoettes hanno spinto altri cinque membri ad andarsene. Adesso sono rimasti 15. Sentono il disegno di legge sulla sanità, passato dalla Camera, poi riscritto in segreto e un'approvazione senato in attesa , sarebbe catastrofico per le persone con l'HIV.

Nella sua offerta di abbassare il deficit federale riducendo la quantità di denaro che il governo spende per l'assistenza sanitaria , l'AHCA ripropone e in molti modi, indebolisce le protezioni dell'era di Obama per le persone con preesistenti condizioni, tra cui l'HIV / AIDS. Mentre l'altoparlante Paul Ryan ha promesso con cognizione che "le persone saranno meglio con le condizioni preesistenti sotto il nostro piano", l'AHCA permetterebbe agli assicuratori di mettere le persone in "piscine ad alto rischio" separate, che possono aumentare i loro premi e copays sulle prescrizioni. Delle 1,1 milioni di persone che vivono negli Stati Uniti con l'HIV, solo il 40% ha accesso ai medicinali salvavita. Se i premi e le copay salgono, quel numero probabilmente diminuirà.

"Tenuto conto di quanto pochi fatti reali, la scienza effettiva, le competenze della politica sanitaria svolgessero nella formulazione del disegno di legge che passava attraverso la casa," continuò Schoettes, "sono diventato consapevole che questa non era un'amministrazione con la quale potevo effettivamente lavorare e essere efficaci ".

Dalla lettera aperta dei membri rassegnati pubblicata in Newsweek :

L'Amministrazione di Trump non ha alcuna strategia per affrontare l'epidemia di HIV / AIDS in corso, cerca un contributo zero da parte degli esperti per formulare la politica dell'HIV e, per lo più, spinge la legislazione che danneggia le persone che vivono con l'HIV e ferma o invertire gli importanti guadagni fatti lotta contro questa malattia.

...

Mentre molti membri del pubblico non sono consapevoli dell'importante impatto che l'HIV / AIDS continua ad avere in molte comunità - o che solo il 40% delle persone che vivono con l'HIV negli Stati Uniti è in grado di accedere ai medicinali di salvataggio che sono stati disponibili da più di 20 anni, non è accettabile che il Presidente degli Stati Uniti sia inconsapevole di queste realtà, di istituire un governo che debilisca la lotta contro l'epidemia e le sue cause, oppure attuare politiche e sostenere una legislazione che invertire i guadagni fatti negli ultimi anni.

Grissel Granados, che coordina la prevenzione della gioventù contro l'HIV presso l'Ospedale dei Bambini di Los Angeles, si è unito a PACHA durante l'amministrazione Obama e aveva sperato di vedere politiche che rendevano più facile la prevenzione per i transpazienti , le persone di colore e gli immigrati privi di documenti . Tutti colpiscono più elevati tassi di trasmissione dell'HIV e numerose barriere all'accesso alla sanità, anche se non necessariamente hanno più sesso non protetto.

"Non mi è sembrato più giusto per me per restare al [PACHA]", ha detto Granados a Gizmodo. "Non volevo sentirmi come se fossi in alcun modo legato a questa amministrazione e alle cose terribili che stanno facendo".

Adesso 30, Granados ha contratto HIV perinatalmente da sua madre e ha vissuto con la malattia tutta la sua vita. Nuova ricerca suggerisce che, con l'accesso al trattamento, l'aspettativa di vita per le persone che vivono con l'HIV potrebbe presto avvicinarsi alla parità con quelli senza la malattia. Ma Granados spiega che l'AHCA non è equipaggiato per le decine di anni e la cura completa necessaria per le persone che vivono con l'HIV per tutta la vita.

"Poiché l'HIV influisce sul sistema immunitario, se l'HIV non è sotto controllo, può anche renderlo vulnerabile ad altre malattie", ha detto. "Non si tratta solo di vedere un medico per l'HIV tra due o tre o quattro volte l'anno. Si tratta anche di vedere altri specialisti un sacco di tempo. Quelle copay rapidamente si addicono. Se non sei idoneo per Medicaid, avere premi più elevati o non è idoneo per l'assicurazione, è veramente un problema ".

Ancora più pericolosamente, il Wall Street Journal riferisce che gli assicuratori potrebbero, tramite la disposizione dell'AHCA ridimensionare il mandato "benefici essenziali", imporre restrizioni di durata alla copertura, che sono state vietate dall'ACA.

Ciò imposta un limite finito di dire, $ 1 milione , sull'ammontare totale degli assicuratori di denaro che dispongono a una persona per tutta la loro vita. Le persone con l'HIV vivono più a lungo di prima. Ma come spiega Granados, sotto l'AHCA, avrebbero molto maggiori probabilità di raggiungere o addirittura superare il loro limite di assicurazione a causa della frequenza del trattamento e delle visite mediche, lasciandole particolarmente vulnerabili quando invecchiano, in genere il tempo in cui la maggior parte delle persone richiedono la maggior parte delle cure mediche nella loro vita.

"A quel tempo, cosa succederà? È un incubo pensare che non avremo accesso all'assistenza sanitaria quando ne abbiamo più bisogno ", ha detto.

Sia Schoettes che Granados concordano che l'ACA non era perfetto (molte persone con HIV sono state regolarmente raccontate di guadagnare abbastanza per escluderle da piani di copertura più economici), per la maggior parte delle metriche di successo: il numero di persone testate per l'HIV, il numero di persone con L'HIV riferito alla cura, la percentuale di persone non più a rischio di trasmettere il virus - stavano facendo progressi. È ciò che è a rischio.

"Abbiamo visto guadagni", ha detto Schoettes. "Questa è la nostra più grande preoccupazione, è che se invertire ciò che abbiamo fatto con l'ACA, faremo invertire questi guadagni".

5 Comments

Thewalkingdude
monkeycrackers
StarControl

Suggested posts

Other Sidney Fussell's posts

Language