Leaked le regole di Facebook rivela perché esso non proteggerà i bambini neri dal discorso dell'odio

Sidney Fussell 08/21/2017. 19 comments
Facebook Hate Speech Freedom Of Speech

Mercoledì, ProPublica pubblica decine di documenti di allenamento sorprendenti utilizzati da Facebook per formare moderatori sul discorso dell'odio. Come dimostra la scoperta di diapositive e di quiz, Facebook utilizza un ragionamento deformato e unilaterale per bilanciare il discorso dell'odio contro la libertà di espressione degli utenti sulla piattaforma. Questo è forse meglio riassunto dall'immagine di cui sopra da una delle sue presentazioni di allenamento, in cui Facebook insegna ai moderatori di proteggere "gli uomini bianchi", ma non "driver femminili" o "bambini neri".

Facebook blocca solo le osservazioni infiammatorie se vengono utilizzate contro i membri di una "classe protetta". Ma Facebook stesso decide chi costituisce una classe protetta, con molte opportunità di moderazione che possono essere applicate arbitrariamente al meglio e contro le persone minoritate che criticano coloro che Potenza (in particolare uomini bianchi) al peggio - come ha Facebook Sono stati accusati di routine di.

Secondo i documenti perduti, qui sono gli identificatori di gruppo che Facebook protegge:

Sesso, Affiliazione religiosa, Origine nazionale, Identità di genere, Razza, Etnia, Orientamento sessuale, Disabilità o malattie gravi

E qui sono quelli che Facebook non proteggerà:

Classe sociale, origine continentale, aspetto, età, occupazione, ideologia politica, religioni, paesi

Quindi "Gli uomini bianchi sono stronzi" è inaccettabile su Facebook perché la razza e il genere sono protetti. "I cristiani sono stronzi" è verboten perché l'affiliazione religiosa è protetta. "Il cristianesimo è per le ciabatte" va bene perché le religioni possono essere criticate e non è mirata alcuna demografia specifica. E "Figli neri sono seghe" è consentito perché "bambini", un gruppo classificato in base all'età, non sono protetti.

Sottoparti di gruppi - piloti femminili, professori ebrei, liberali gay - non sono nemmeno protetti, come spiega ProPublica:

Gli uomini bianchi sono considerati un gruppo perché entrambi i tratti sono protetti, mentre i piloti femminili ei bambini neri, come i musulmani radicalizzati, sono sottoinsiemi, perché una delle loro caratteristiche non è protetta.

Questo ragionamento assurdo "protetto + non protetto = non protetto" conferma solo che Facebook è maladicamente mal attrezzato per combattere il discorso dell'odio o bandire più casi di razzismo sul suo sito. La società ha affermato che l'esatta formulazione di alcune delle regole potrebbe essere cambiata, ma le diapositive ancora sollevano la questione di chi arriva a appartenere a una classe protetta e perché. Alla domanda di Gizmodo, Facebook avrebbe indicato solo un post sul blog di martedì, che non fornisce alcuna intuizione, solo offrendo una tinta blu tranquilla e un desiderio dichiarato di "riflettere la diversità dell'esperienza umana".

Come rivelano le diapositive scatenate dalla ProPublica (presumibilmente dalla cautela ), Facebook elenca solo tre scenari in cui il discorso infiammatorio contro i sottotitoli non è permesso: chiede violenza, chiede l'esclusione e chiede la segregazione. Ma enormi scappatoie lasciano che la gente ignori tutti e tre.

Un "invito alla violenza" contro i popoli neri (come "La polizia dovrebbe uccidere i colpevoli di Black Lives Matter") è inaccettabile, ma è giusto dire che Mike Brown, morto a Ferguson, Missouri, da un ufficiale di polizia Per morire .

Una "richiesta di esclusione" è inaccettabile, ma il gruppo Round Up e Deportare ogni straniero illegale negli USA è apparentemente freddo.

Un invito alla segregazione è inammissibile, ma sembra che i gruppi come "White Genocide Watch" e "White Genocide or Diversity", che sostengono che il separatismo è l'unico modo in cui i bianchi possono sopravvivere in America, sono entrambe belle. Perfetto.

Facebook non è vincolato dal primo emendamento né legalmente richiesto per proteggere l'odio. Ma, nell'attuale approccio, la società ignora la sua affermativa dichiarazione di missione per "dare alle persone la potenza di costruire comunità e di avvicinare il mondo". Facebook sa bene che la comunicazione online è solo il primo passo per le persone a uscire Il mondo reale e agire sulle credenze che li legano insieme. Quindi riducendo il discorso dell'odio a un gioco prep semantico prep LSAT che ridefinisce l'odio e odia gruppi come parole "giuste" è disonesto. In definitiva, equilibrare la libertà di espressione con combattere la parola d'odio per 2 miliardi di utenti richiederà un approccio molto più robusto e complesso.

[ Pro Publica ]

19 Comments

Moshe Wisenheimer
raincoaster
smcallah
faithful-dushness
Rzmmdx Leetuber
Davis Andrews
Darmok eats Challah at 12Nagra
vinylrake

Other Sidney Fussell's posts

Language