Quanta simpatia meriti Tonya Harding?

Dvora Meyers 02/14/2018. 24 comments
Scandals Figure Skating Tonya Harding Nancy Kerrigan Olympics

Quando Allison Janney ha vinto il Golden Globe come migliore attrice non protagonista per la sua interpretazione della madre di Tonya Harding LaVona Golden in I, Tonya, ha fatto in modo di urlare Harding, che sedeva tra il pubblico quella sera. Questo non era solo un pensiero passeggero. Janney ha elogiato molte cose su Harding, che ha definito "una donna che non è stata abbracciata per la sua individualità".

Janney aveva ragione riguardo alla parte "non abbracciata", almeno. Harding è stato una sorta di battuta televisiva a tarda notte dal 1994, quando fu coinvolta in un complotto per attaccare la pattinatrice Nancy Kerrigan ai Campionati Nazionali degli Stati Uniti del 1994. Come probabilmente sapete, Kerrigan è stato colpito a una gamba da un uomo che brandisce un bastone di polizia pieghevole mentre lasciava la pista dopo una sessione di prove a livello nazionale. Il video di lei che piange per il dolore sul pavimento è diventato virale prima che fosse addirittura una cosa. L'attacco e l'attenzione che seguirono hanno contribuito a rendere la competizione femminile di pattinaggio artistico alle Olimpiadi del 1994 una delle trasmissioni televisive più seguite di tutti i tempi. Kerrigan è uscito dall'attacco relativamente incolume. Harding, che era già stato scelto come esuberante e osceno opposto di Kerrigan, divenne qualcosa di peggio quando l'insulsa bramosia dietro l'attacco divenne pubblica. È diventata una vignetta, in qualche modo troppo spericolata per essere anche molto più di un cattivo. I, Tonya ha portato un'ondata di simpatica attenzione da parte dei media per lo skater disonorato, ma il film la tratta più o meno anche in questo modo.

Dopo le Olimpiadi di Lillehammer, Harding si è dichiarato colpevole di ostacolare l'accusa nell'inchiesta Kerrigan e gli è stato vietato di partecipare a qualsiasi evento di pattinaggio di figura negli Stati Uniti, vietandole completamente dallo sport. Anche lei non può essere un allenatore, perché non le è permesso portare i bambini alla competizione. Dal momento che non poteva fare soldi con il pattinaggio, Harding è stato costretto a ricorrere a tutti i tipi di acrobazie umilianti, tra cui un incontro di boxe celebrità contro Paula Jones, al fine di guadagnare uno stipendio. È stata una battuta nazionale per decenni, ora; Barack Obama ha fatto riferimento a "Tonya Harding" e "kneecapping" durante la sua campagna del 2008. Harding e la sua storia erano entrambi in ritardo da tempo per una correzione. I, Tonya non è proprio così, ma c'è ancora qualcosa di strano e profondo nel vedere una donna che potrebbe essere stata complice in un violento attacco al suo principale rivale per il titolo nazionale statunitense nel 1994 - una donna che, per conti, mai trattati duramente per tutti i loro anni sul circuito competitivo, celebrati per la sua strength e il suo spirit .

È un punto ovvio, ma se l'attacco contro Kerrigan fosse andato come previsto, il nostro National Tonya Harding Conversation non avrebbe compiuto questa svolta a sinistra verso l'empatia. Il fatto che il gruppo eterogeneo dietro l'attacco fosse così criminalmente incapace di non riuscire nemmeno a colpire il ginocchio di Kerrigan e di farla fuori dalle Olimpiadi, rende questa storia più simile alla commedia dark di Coen Brothers che al foraggio di American Crime Story .

Nel 2014, alla vigilia del ventesimo anniversario della "botta ascoltata in tutto il mondo", sia Kerrigan che Harding sono stati intervistati per diversi articoli e special televisivi. "Quando abbiamo letto le trascrizioni delle 10 ore di deposizioni che hanno dato, hai dovuto ridere", ha detto Kerrigan a USA Today . "Era decisamente divertente a volte. Sono venuti a Boston (per tentare l'attacco lì) e hanno dimenticato i loro documenti di identità e denaro in modo che non potessero arrivare da nessuna parte. Ridi con gratitudine che non erano bravi a essere cattivi come avrebbero voluto essere. "

Potrebbe essere stato molto diverso. Shane Stant ha colpito la coscia di Kerrigan, proprio sopra il ginocchio, causando un grave livido e contusione ossea sufficiente a tenerla fuori dai Campionati nazionali del 1994, che Harding ha vinto, ma non dai Giochi Olimpici di Lillehammer, in Norvegia, il mese successivo. Se Stant fosse stato più preciso con il suo obiettivo, Kerrigan sarebbe stato ferito in modo più grave, e probabilmente fuori dalle Olimpiadi del tutto e molto probabilmente peggio. Secondo una registrazione che Shawn Eckhardt aveva registrato all'inizio delle fasi di pianificazione, c'era persino un suggerimento che Kerrigan fosse assassinato. Non c'è commedia oscura in questo. È solo una semplice vecchia cospirazione criminale.


La correzione in corso alla storia di Harding non è iniziata con I, Tonya ma con The Price of Gold , un documentario di 30 for 30 realizzato da Nanette Burstein che è stato presentato per la prima volta nel 2014. Burstein ha introdotto fattori mitiganti nel raccontare la storia di Harding, in particolare l'abuso che Dice che ha sopportato sia sua madre che l'allora marito, Jeff Gillooly. Sebbene Gillooly neghi di aver mai abusato di Harding, testimonianze e documenti del tribunale - Harding ha cercato e ricevuto un ordine restrittivo contro di lui - ha sostenuto la sua versione degli eventi.

Allo stesso modo, la madre di Harding nega anche fisicamente abusare di Harding come una ragazza. La madre di Harding l'ha maltrattata in almeno un'occasione è stata confermata dall'amica d'infanzia di Harding, Sandra Luckow, che ha assistito a un episodio inquietante in cui la madre di Harding l'ha picchiata con una spazzola in bagno a un evento di pattinaggio artistico. Luckow ha detto che era così turbata da ciò che ha visto che voleva segnalare l'incidente ai servizi di protezione dei minori. Luckow era ancora una bambina, e quando l'allenatrice di Harding Diane Rawlinson le disse di non interferire, Luckow la lasciò cadere; se il giovane Harding fosse stato portato via da sua madre, avrebbe effettivamente concluso la sua carriera di pattinatore.

Anni dopo, come studente a Yale, Luckow realizzò un documentario sul giovane Harding chiamato "Sharp Edges". Seguì Harding mentre pattinava nella sua prima gara di pattinaggio a livello nazionale, nel 1986. Nessuno degli abusi fisici che Harding in seguito discusso è visto nel film, ma l'abuso emotivo che ha descritto è una costante. Vediamo Harding al telefono con sua madre dopo una gara ed è chiaro da parte sua che viene rimproverata da sua madre. Quando finalmente riaggancia, Harding si gira verso la telecamera e dice "Che stronza". La sfida della Harding è lì, ma lo è anche la tenacia esteriore che avrebbe potuto controintuitivamente rendere la gente intorno a Harding meno preoccupata per lei di quanto avrebbe dovuto altrimenti stato.

È anche nel documentario di Luckow che possiamo vedere il fallito tentativo del suo allenatore di rendere il "rough around the edges" Harding in un artista più femminile che si adatterebbe meglio al mondo del pattinaggio e al favore di giudici e funzionari.

Quando guardavo The Price of Gold , sentivo il vecchio affetto che provavo per Harding che tornava. Era stata la mia skater preferita quando ero una ragazzina. Ricordo di averle visto fare il triplo axel nel 1991, quando avevo otto anni, e poi tentare un singolo axel sul tappeto del salotto. Ero stato un ginnasta e non sapevo quasi nulla del pattinaggio, quindi gli unici aspetti del pattinaggio che erano persino leggibili in quel momento erano le parti spettacolari, i salti e le giravolte. Come è successo, quelle erano le specialità di Harding. In una buona giornata, Tonya ha sollevato abbastanza bene da poter guidare un camion, forse anche il suo camion, sotto il suo triplo lutz jump.

Ero così innamorato di Harding da ragazzina che ho convinto mia madre a impostare la piccola TV in bianco e nero nella sua camera da letto su un timer in modo da poter osservare il programma tecnico delle donne alle Olimpiadi del 1992. Venne trasmesso un venerdì sera e noi eravamo ebrei ortodossi, quindi il bisogno di una scappatoia per osservare la competizione di sabato. Il mio affetto per lei si è radicato contro l'eresia.

Il documentario 30 for 30 , anche se ha spiegato Harding, non la festeggiava. La rivelò umana e fallibile, un grande talento sprecato, anche se ovviamente non era una novità. Ma nel 2014 Harding non era solo sotto i riflettori. Ancora una volta, Kerrigan ha condiviso con lei. Era il ventesimo anniversario dell '"incidente", come si fa riferimento in I, Tonya, e quell'incidente era tanto la storia di Kerrigan quanto quella di Harding. Il documentario del 30 for 30 includeva interviste con gli allenatori della Kerrigan Mary e Evy Scotvold, l'ex compagno di squadra di Paul Kerrigan, Paul Wylie, e altri sostenitori. (All'epoca, Kerrigan lavorava per la NBC a Sochi e aveva concesso loro un'intervista esclusiva per il loro documentario e non poteva partecipare al film ESPN.) Entrò in quasi tutti i dettagli sull'infanzia della classe lavoratrice di Kerrigan come fece Harding è colpito dalla povertà. Mostrava videoclip di Kerrigan che lavoravano maniacalmente per riabilitare la gamba in tempo per competere alle Olimpiadi del 1994 dopo l'attacco; aveva dovuto rimanere fuori dal ghiaccio per quasi un mese, il che significava che tutta la sua preparazione veniva fatta fuori ghiaccio.

Non ero stato un grande fan di Kerrigan durante la sua carriera di pattinatore; era adorabile sul ghiaccio ma non molto naturale e mi ha lasciato freddo. Ma il documentario mi ha dato un nuovo rispetto per lei. Non avevo davvero preso in considerazione lo sforzo erculeo che le aveva portato a prepararsi per le Olimpiadi nel 1994 dopo l'attacco. Quando l'ho vista alle Olimpiadi del 1994, Kerrigan sembrava preparata e lucida, al punto che era facile dimenticare tutto ciò che era accaduto per riuscire a centrare il ghiaccio a Lillehammer.

Non sapevamo fino a molti anni dopo che Kerrigan aveva sviluppato un disturbo alimentare a seguito dell'attacco del 1994 e dello stress e dell'attenzione che le aveva causato. Nel modo in cui queste cose tendono ad andare per gli sport olimpici, la storia si è effettivamente conclusa con le cerimonie di chiusura di quell'anno - non per Kerrigan, ovviamente, e certamente non per Tonya Harding, ma per quasi tutti gli altri che si sono preoccupati di loro così tanto alcuni mesi prima.


I, Tonya né lo speciale ABC di due ore che è stato trasmesso lo scorso giovedì riguardano se stesso con Kerrigan, o qualsiasi altro pattinatore. Si concentrano interamente su Harding, e altri pattinatori sono solo di passaggio e per lo più come contrasto, per mostrare quanto Harding fosse diverso da loro. Erano "eleganti e principesse" e lei era il "maschiaccio" e "atletico". Come ci si potrebbe aspettare, questo rendering semplicistico non era del tutto preciso. Harding non è stato il primo pattinatore "atletico" ad allacciarsi, e lo speciale ABC cancella completamente la giapponese Midori Ito - la prima pattinatrice ad esibirsi nel triplo axel, ben due anni prima che la Harding fosse la prima ad andare per la sua al 1991 US Nationals - nel suo raccontando il primo triplo axel di Harding. Harding fu il primo americano a farlo; Ito, che è stata anche la prima donna a competere con una combinazione triplo-triplo salto, è semplicemente spinto fuori dal telaio.

Alcune di queste sono stronzate familiari degli anni olimpici, ma la storia è sia più interessante che completa con Ito. Anche lei non era una brava media in Occidente, e veniva scritta e pronunciata in termini razzisti e maschili. Nel suo libro Artistic Impressions , Mary Louise Adams sottolinea che Ito e la pattinatrice nera francese Surya Bonaly erano "regolarmente presentate sulla stampa come non avendo lo stile o l'eleganza di pattinatori che corrispondevano più strettamente allo standard che ha dominato il pattinaggio artistico femminile da prima la Seconda Guerra Mondiale, uno standard definito da un particolare genere di movimento, un particolare tipo fisico - piccolo, snello, non evidentemente muscoloso - e un "certo modo di essere" sul ghiaccio. "Dai o prendi del razzismo, questo suona esattamente come il discorso che esisteva attorno a Harding.

Un altro pattinatore che è praticamente cancellato dalla storia raccontata da ABC è Oksana Baiul, che ha inciso Kerrigan per la medaglia d'oro nei Giochi invernali del 1994. Lo speciale fece dubitare che Baiul, il campione del mondo del 1993, fosse "uscito dal nulla" per vincere l'oro nel 1994. Detto così, la storia ha solo due personaggi: Kerrigan e Harding.

Ciò che sta raccontando è la gioia con cui Harding discute della vittoria di Baiul su Kerrigan nel 1994 poiché, stilisticamente parlando, Baiul non potrebbe essere più diverso da Harding. “Oksana! Oh mio Dio, era incredibile! "Esclamò Harding nello speciale della ABC. L'ucraino era in perfetto stile; ha fatto il suo breve programma del 1994 per la musica da Swan Lake. I suoi salti erano piccoli rispetto ai salti di Harding o Kerrigan. Nonostante la confezione - i costumi da pattinaggio di Kerrigan erano famosi per la moda di Vera Wang-Kerrigan, il pattinatore era più simile a Harding di quanto lo fosse lei. Kerrigan potrebbe non aver pattinato su Tone Loc, come ha fatto Harding, ma non le piaceva nemmeno esibirsi con la musica classica.

Eppure, nonostante le somiglianze e nonostante abbia affermato ripetutamente che lei e Kerrigan erano stati amici prima di "l'incidente" - qualcosa che Kerrigan nega - Harding è chiaramente desideroso di fare qualunque cosa lei possa fare a Kerrigan. Ha la sua occasione, nel documentario, mentre discute i commenti di Kerrigan, presa in considerazione dopo che sono stati annunciati i risultati finali. C'era stato un ritardo perché i funzionari stavano cercando una copia dell'inno nazionale ucraino. (Forse l'ABC può essere perdonato per aver parlato della natura apparentemente fuori dal blu della vittoria di Baiul, quando i funzionari olimpici non avrebbero avuto una copia dell'inno del campione del mondo in carica. Questo è ancora più irritante se si considera che Baiul era al second posto dopo il programma tecnico).

Kerrigan aveva avuto una spiegazione diversa per il ritardo, però; le fu detto che Baiul doveva riapplicare il trucco prima della cerimonia di premiazione. "Oh andiamo. Sta per arrivare lassù e piangere di nuovo. Qual è la differenza? "Disse Kerrigan a un altro pattinatore. (Baiul ha preso la parte del "piangere" dell'area del "bacio e piangi" molto seriamente.)

Discutendo questo momento 24 anni dopo, Harding ha detto, abbastanza duramente, "Ha bisogno di smettere di lamentarsi". Questo è piuttosto ricco se si considera il fatto che solo un paio d'ore prima durante la stessa competizione, Harding scoppiò in lacrime sul ghiaccio e ha interrotto il suo lungo programma dopo un salto fallito, rivendicando un malfunzionamento dell'apparecchiatura. I funzionari pattinanti le hanno dato il permesso di lasciare il ghiaccio e risolvere il problema e riavviare il programma alla fine del gruppo.

Che Harding sembra schierarsi con Baiul su Kerrigan non è davvero sorprendente se si considera che Baiul non è mai stato posizionato come rivale di Harding; Era Kerrigan.

I, Tonya sorvola rapidamente l'ascesa di Kerrigan dopo le Olimpiadi del 1992, che è significativo non perché un film su Harding abbia bisogno di più Kerrigan, ma perché un film sull'incidente ha bisogno di un po 'più di contesto per spiegare il possibile motivo di Harding per entrare la pianificazione dell'attacco a Kerrigan.

Kerrigan, nell'anno successivo ai Giochi invernali del 1992, vince il titolo nazionale; Harding finisce sul podio e non si qualifica per i campionati del mondo. Più significativamente, Kerrigan stava collezionando le testimonianze nonostante non avesse vinto la medaglia d'oro olimpica. Ma degli atleti della medaglia d'oro olimpica del 1992 Kristi Yamaguchi e della medaglia d'argento Ito-Kerrigan è stata l'unica a pattinare. Anche Harding, il quarto classificato nel 1992, stava ancora pattinando, ma si è comportato piuttosto male dopo le Olimpiadi. Per potenziali sponsor, Harding probabilmente non sembrava una scommessa sicura.

In un mondo in cui Kerrigan era già il volto del pattinaggio artistico statunitense e una tonnellata di prodotti a parte, Harding avrebbe probabilmente dovuto fare di meglio che fare la squadra olimpica del 1994 per fare soldi veri. All'inizio del 1994, Harding avrebbe fatto la squadra olimpica di due persone anche con Kerrigan nella competizione, se fosse forse sceso di una tacca al secondo posto. Ma Harding sarebbe stato il migliore tra i sostenitori di Kerrigan? Probabilmente no.

Nei 30 for 30 , vediamo l'Harding del 1994 che parla francamente dell'importanza di fare soldi. Questo di per sé è facile da capire; era piuttosto povera e il suo talento aveva messo a disposizione un grande giorno di paga. Ma riconoscere l'ascesa di Kerrigan e il suo rastrellamento in tutti i maggiori riconoscimenti - Reebok e Campbell's Soup e in modo così lucrativo - rende la complicità di Harding in una trama per eliminare il suo rivale competitivo e finanziario un po 'più plausibile. È molto più facile interromperla quando lasci tutto questo.


Il documentario del 30 for 30 rende la complicità di Harding nella trama una domanda centrale e termina con la sua amica d'infanzia Luckow. In precedenza nel film, aveva parlato molto caldamente di Harding e ha confermato le sue affermazioni di abuso; alla domanda se credeva che Harding fosse stato coinvolto nella trama, si fermò e rispose: "Certo".

Nello speciale ABC, emerge la domanda sul coinvolgimento di Harding. L' I, Tonya , Margot Robbie, che interpretava Harding e Janney, minimizzava l'importanza di rispondere a questa domanda. "In realtà non è così interessante", ha detto Robbie.

La vera risposta a questa domanda potrebbe essere inconoscibile in senso giuridico, ma non è l'unica in cui conta. Se la cultura più ampia è pronta a rivalutare Tonya Harding, allora è importante, o dovrebbe avere importanza, se sia stata coinvolta nella pianificazione dell'attacco a Kerrigan. Harding ha negato a lungo ogni precedente coinvolgimento, e le forze dell'ordine hanno a lungo sostenuto che una busta trovata in un cassonetto di Portland con i tempi di allenamento di Kerrigan e il nome della sua arena di pratica a Cape Cod era stato scritto da Harding. (Inizialmente, il piano era stato quello di attaccare Kerrigan alla Tony Kent Arena, ma a causa del pasticcio della banda, hanno perso la possibilità di farlo e l'hanno attaccata mentre lasciava il ghiaccio alla Cobo Arena di Detroit, sede del 1994 campionati nazionali.) Altri documenti relativi a Harding sono stati trovati anche in quel cassonetto. Questa non è la prova di nulla, ma è una prova.

Nella recente intervista della ABC, Harding ha detto di aver sentito Jeff Gillooly, suo ex marito e presunta mente dell'attacco, parlando di "prendere qualcuno" per assicurarsi che "lei entra nella squadra". Per giornalisti come Connie Chung e Christine Brennan, che ha coperto la saga di Nancy-Tonya nel 1994, questa è stata una rivelazione schiacciante. Dopo tanti anni di diniego categorico, la piccola ammissione di Harding di avere una preconoscenza non specifica si qualifica come una grande cosa.

Chiedere quale colpa dovrebbe sopportare Harding per l'attacco a Kerrigan è diverso dal chiedere se, a prescindere dalla sua complicità nella pianificazione, dovrebbe essere autorizzata a passare da un crimine vecchio di decenni. Anche se Harding è stata la mente di tutto, sono passati 24 anni e sicuramente è stata punita. Non credo nelle condanne all'ergastolo per la maggior parte dei crimini. Questo non fa eccezione.

Forse a causa della sua recente rivelazione nell'intervista dell'ABC, Harding ha detto che ora non parlerà più del passato. Michael Rosenberg, il suo rappresentante di lunga data, ha annunciato che lui e Harding si stavano separando perché non erano d'accordo su come gestire i media. Harding voleva che i giornalisti firmassero una dichiarazione giurata promettendo di non chiedere "il passato". Se violano i termini, dovrebbero pagare una sanzione di $ 25.000. O questo è uno stratagemma per prendere il controllo della sua immagine e riformare la sua narrativa o è una strategia per impedire ai media di raggiungerla di nuovo. Ad ogni modo, è un gioco d'azzardo. Qual è l'appetito dei media per un ex pattinatore di 47 anni che non vuole parlare del suo passato olimpico?

Detto questo, devo ammettere che guardando Harding prendere il ghiaccio alla fine dello speciale ABC mi ha fatto comunque saltare un po 'il cuore. La versione migliore di Harding era sempre quella che era là fuori sul ghiaccio, pattinando con velocità e potenza. Questa era la versione di Harding di cui mi ero innamorato da piccolo e mi ha fatto piacere vedere che aveva ancora così tanta forza in quelle gambe di 47 anni. Tutti questi anni dopo, ha anche eseguito alcune combinazioni di salti, non le triple che ha fatto al culmine della sua carriera, ma alcuni doppi salti. Non troppo malandato per qualcuno che ora è più o meno una figura storica. Questi salti erano solo salti; nessuno li stava giudicando. Ma vederla fare ora - il vero Tonya Harding, dopo tutti questi anni - doveva essere consapevole, ancora una volta, di quanto fosse talentuosa, e di come e quanto stranamente tutto finisse sprecato.

24 Comments

gramercypolice
Joseph Finn
wastingtimeontheinternet
Difficult Difficult Lemon Difficult
StartingOverAgain
KinjaNinja
Revolvoution
ThomasMurphySullivan

Suggested posts

Other Dvora Meyers's posts

Language